Teatrobandus-fiuto-per-il-rifiuto

Rappresentato nel 2012 per le piazze e strade del centro di Trieste allo scopo di informare e sensibilizzare i cittadini sulla nuova raccolta differenziata, Fiuto per il rifiuto è uno spettacolo prodotto in collaborazione con Tetrapack, Acegas Aps, Fantambiente e con il Comune di Trieste.

Testo e regia: Teatrobàndus

Con gli attori Isaura Argese, Giustina Testa, Julian Sgherla e Riccardo Beltrame.

Durata: 50 minuti

Temi e contenuti dello spettacolo

Lo spettacolo spiega i perché e le regole della raccolta differenziata attraverso diverse scenette divertenti ed istruttive che raccontano dove vanno gettati gli oggetti in base al materiale di cui sono fatti. Lo spettacolo evidenzia, con un linguaggio comico e brillante, i vantaggi per l’ambiente, e per tutti noi, della raccolta differenziata spiegando in quali contenitori vanno buttati materiali quali carta, vetro, plastica, tetrapack, polistirolo, lattine, vetro, umido e rifiuti ingombranti. Lo spettacolo vede in scena tanti personaggi nati dalla fantasia e tratti dalla tradizione teatrale.

Lo spettacolo è pensato per avere vari livelli di lettura a seconda dell’età del pubblico ma sia i più grandi che i più piccini assimilano le informazioni con un sorriso. E questo anche assistendo agli errori “a tema” di personaggi pigri, imbranati, frettolosi o con la testa tra le nuvole, ripresi e corretti dai loro compagni di scena, ma magari pure dallo stesso pubblico, che potrà divertirsi suggerendo quali siano i contenitori giusti per i vari rifiuti e materiali.

Il riciclo, e quindi il rispetto per l’ambiente, è ben più che una buona abitudine e serve davvero a migliorare la nostra qualità della vita nel presente e nel futuro.

Adatto anche per le scuole

Investigatori, topi parlanti, letterati, innamorati, cowboy e tanti altri ancora: questi personaggi, portati in scena con una scenografia molto semplice e facilmente trasportabile, seguono percorsi specifici nella città coinvolta dall’iniziativa.

La compagnia teatrale è formata da quattro attori professionisti e da un musicista, ma la configurazione può essere adattata a particolari esigenze.

Anche il copione viene di volta in volta personalizzato con l’inserimento ove possibile di elementi legati alla tradizione cittadina e al dialetto locale, in modo tale da risultare maggiormente incisivo.

Nato per promuovere la raccolta differenziata e particolarmente adatto ad ambienti urbani di medio-grandi dimensioni (da 30.000 a 200.000 abitanti), “Fiuto per il rifiuto” può essere facilmente adattato ad altre necessità, quali la sensibilizzazione verso particolari aree critiche nella gestione ambientale, anche in territori meno popolosi ma più vasti.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *